Studio legale Pastrengo

ANATOCISMO

  • Anatocismo deriva dal greco “anà” (di nuovo) e “tokizo” (interesse), che significa “interesse su interesse” ovvero progressiva capitalizzazione degli interessi maturati su una somma di denaro .

  • Un esempio di anatocismo è quello che vede sommare il capitale di debito residuo gli interessi ad ogni scadenza di pagamento, anche se regolarmente pagati

  • L’art. 1283 del codice civile (rubricato “anatocismo”) ammette la produzione di interessi sugli interessi scaduti, fatti salvo gli “usi contrari“, soltanto “dal giorno della domanda giudiziale o per effetto di convenzione posteriore alla loro scadenza e sempre che si tratti di interessi dovuti almeno per 6 mesi”

  • Le Norme Uniche Bancarie predisposte dall’Associazione Bancaria Italiana hanno natura di usi negoziali ex art. 1340 c.c. e non di usi normativi, con la conseguenza che va dichiarata la nullità delle clausole contrattuali anatocistiche per violazione dell’art. 1283 c.c.” (Cass.Civ. sez I, sent. n. 2374 del 16/3/1999)

  • La capitalizzazione trimestrale da parte della Banca sui saldi di conto corrente passivi per il cliente non costituisce un uso normativo ma un uso negoziale (Cass.Civ. sent. n. 3096 del 30/3/1999)

  • Le clausole anatocistiche sono nulle perché basate su un uso negoziale, anziché su un uso normativo, mancando la consapevolezza da parte del correntista di prestare osservanza, operando in un certo modo, ad una norma giuridica ovvero con la convinzione che il comportamento tenuto è giuridicamente obbligatorio, in quanto conforme ad una norma giuridica obbligatoria (Cass.Civ.SS.UU., sent. n. 21095/2004)

  • Pertanto :

  • Dichiarata la nullità della previsione negoziale di capitalizzazione, sia trimestrale, sia annuale degli interessi, gli interessi a debito del correntista devono essere calcolati (ndr. ricalcolati) senza operare capitalizzazione alcuna (Cass.Civ., SS.UU, sent. 3 dicembre 2010, n. 24418)

 

  • LA LEGGE DI STABILITA’ 2014 (“pietra tombale” sull’anatocismo)

  • Dal 1° gennaio 2014 “gli interessi periodicamente capitalizzati non possono produrre interessi ulteriori che, nelle successive operazioni di capitalizzazione, andranno, invece, calcolati solo ed esclusivamente sul capitale”. 

  • L’applicazione, anche lecita, della clausola anatocistica dimostra infatti, in modo evidente, la volontà di chiedere interessi “potenzialmente usurari“, visto che l’interesse composto (matematicamente parlando) tende ad un tasso infinito, che è sicuramente usuraio (Cass.Civ., sent. 16 marzo 1999, n. 2374)

 

  • COME SUPPORTIAMO E TUTELIAMO I CLIENTI DA :

 

  • ANOMALIE BANCARIE (anatocismo e usura su c/c, mutui e leasing),
  • IRREGOLARITA’ FISCALI su atti impositivi (cartelle esattoriali); 
  • ANOMALIE FINANZIARIE su Derivati e Swap 

 

  • 1. RILEVAZIONE DEL PROBLEMA

  • acquisizione ed esame degli scalari trimestrali

 

  • 2. CHECK-UP PREVENTIVO GRATUITO

  • effettuato con software certificati dal Dipartimento di Economa dell’Università di Bologna e ampiamente testato

 

  • 3. ANALISI e CERTIFICAZIONE

  • analisi, elaborazione e certificazione dell’estratto peritale

 

  • 4. PERIZIA ECONOMETRICA

  • la perizia consente al cliente di avere una visione precisa (al centesimo di euro) e reale della propria posizione e di poter così decidere se procedere per il recupero del maltolto

 

  • 5. ASSISTENZA LEGALE PER LA RIPETIZIONE DELL’INDEBITO

 

  • 6. POLIZZA DI TUTELA LEGALE

  • copre le spese legali, compreso il costo della perizia stragiudiziale di parte, relative alla controversia giudiziaria per anatocismo e/o usura bancaria promossa sulla base della perizia asseverata per conto dell’assicurato; la copertura interviene nel caso in cui l’attore risulti totalmente soccombente in giudizio (se e quando il CTU, nel corso del procedimento assicurato, emette parere negativo sulla ricostruzione dell’evento vessatorio evidenziato nella perizia di parte)

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: